Fustellatrice o macchina da taglio digitale: quale scegliere?

La parola agli esperti


Articolo pubblicato in Specialist Printing n. 03/2020

Un taglio sopra gli altri

Fustellatrice o macchina da taglio digitale?
Se hai dei dubbi sull’acquisto di un plotter digitale a causa dello scarso livello di automazione, Luca Bartalini ha una soluzione…

Luca Bartalini

Product manager di Valiani

Una delle domande più frequenti del momento che stiamo vivendo è se sia più conveniente utilizzare una fustellatrice o una macchina da taglio digitale. Le grandi aziende offrono sia fustellatura che taglio digitale per aiutare i propri clienti a dare vita a forme uniche, ma quale sia la differenza tra queste due lavorazioni non è chiaro a tutti. 

E alla maggior parte delle piccole imprese che non possiedono questo tipo di soluzioni, non è chiaro nemmeno quale dovrebbero scegliere. Molto spesso, come esperti, ci troviamo nella nella scomoda posizione di dover rispondere a questa domanda e dare consigli. Per prima cosa chiariamo quindi cosa significhino i termini “Fustellatura” e “Taglio Digitale”.

FUSTELLATURA

Nel mondo della stampa, la fustellatura fornisce un modo rapido ed economico per tagliare molti elementi stampati in forme identiche. L’articolo viene stampato su un foglio quadrato o rettangolare – tipicamente su materiali come carta o cartoncino -, quindi inserito in una macchina caricata con una “fustella” o “punzone” (un blocco di legno con una lama di metallo, piegato e bordato nella forma desiderata). Quando la macchina preme insieme il foglio stampato e la fustella, ritaglia la forma della lama nel materiale.

TAGLIO DIGITALE

A differenza della fustellatura che utilizza stampi fisici per creare la forma desiderata, il taglio digitale la crea utilizzando una lama che segue un percorso programmato dal computer. Una macchina da taglio digitale è costituita da un tavolo dalla superficie piana e da una serie di accessori per il taglio, la fresatura e l’incisione, montati su un braccio. Questo braccio consente alla taglierina di muoversi a sinistra, a destra, avanti e indietro. Il foglio stampato viene posizionato sul tavolo e la taglierina percorre il foglio lungo il percorso programmato per ritagliare la forma desiderata.

Qual è la scelta migliore?

Una fustellatrice preme insieme il foglio stampato e la fustella per ritagliare le forme

Quale delle due soluzioni scegliere? La risposta più semplice sarebbe “tutto dipende dal tipo di lavoro che devi eseguire”. Se stai cercando di ritagliare un volume elevato di articoli più piccoli, stampati su carta o cartoncino, la fustellatura è l’opzione nettamente più economica ed efficiente in termini di tempo. Una volta assemblata, una fustella può essere utilizzata più e più volte per creare un numero enorme di forme identiche, il tutto in una frazione del tempo che impiegherebbe una macchina da taglio digitale. Ciò significa che i costi di assemblaggio di una fustella personalizzata possono essere in qualche modo compensati se questa viene utilizzata su una grande quantità di articoli (e/o riutilizzata per ulteriori tirature in futuro).

Tuttavia, se stai cercando di tagliare un volume ridotto di articoli di grande formato (specialmente quelli stampati su materiali più spessi e resistenti come Forex, Foam o cartone alveolare), il taglio digitale è l’opzione migliore. Non c’è la necessità di investire su una fustella personalizzata e, inoltre, con il taglio digitale è possibile creare forme più complesse.

Fai la tua ricerca

Secondo le ricerche di mercato e le riviste di settore, il mercato della stampa sta vivendo un periodo di grande crescita nel settore digitale. Ciò è dovuto principalmente a una forte riduzione della quantità di ordini, accompagnata da un aumento sostanziale della varietà della domanda.

Le tipografie si trovano sempre più spesso davanti a richieste di piccoli lotti, lavori personalizzati su misura, consegne rapide e prezzi competitivi, che non si adattano bene ai processi di stampa offset e fustellatura.

Da questo presupposto arriviamo a un’importante domanda: cosa fare per soddisfare questo tipo di richiesta? La mia personale risposta è che è necessario dotarsi di un prodotto “smart”, capace di combinare qualità, versatilità e discreta capacità produttiva.

Tutti i produttori ovviamente affermano che i propri prodotti sono della massima qualità, e quindi la domanda successiva naturale è: quali sono i parametri che devono guidarci nel giudizio? Sicuramente la reputazione sul mercato è un fattore importante, così come il rapporto qualità-prezzo, ma ci sono altri aspetti che suggerisco di considerare: costo reale di utilizzo, supporto disponibile, servizi aggiuntivi, termini di garanzia, facilità d’uso e tempi di installazione e formazione.

La versatilità è un altro aspetto fondamentale, che determina l’entità del lavoro che può essere svolto, la varietà di materiali che possono essere lavorati e la longevità dell’investimento. L’ultimo aspetto è molto importante perché, considerando un ipotetico leasing, è imperativo che la macchina soddisfi le tue esigenze per un periodo almeno simile a quello del leasing.

Infine, la tua nuova macchina dovrebbe avere una discreta capacità di produzione per soddisfare le tue esigenze reali, non solo le tue aspettative.

Se stai cercando di rendere i tuoi prodotti di marketing un po più accattivanti, dare una forma personalizzata è molto importante

Vantaggi del taglio digitale

È mia opinione che se stai cercando di rendere i tuoi prodotti di marketing un po più accattivanti, dare una forma personalizzata sia molto importante. Dunque, come possiamo trasformare questa idea in realtà? Sicuramente il modo più facile è dotarsi di una macchina per il taglio digitale che possa realizzare tagli e forme su diversi tipi di materiale, sia rigido che morbido, come carta, cartoncino, foam o forex.

Attualmente il mercato offre un’ampia scelta di soluzioni per il taglio digitale, con prezzi diversi e dimensioni che variano dalle più piccole alle più grandi, con differenti performance o capacità di taglio.

La maggior parte di queste macchine è concepita per lavorazioni singole, alcune con tavolo piano, altre con trasportatori, e le più avanzate con doppio gantry. Quest’ultime garantiscono una sorta di modalità tandem e teoricamente raddoppiano le prestazioni ma, in tutti i casi e nonostante la tecnologia, necessitano sempre di un operatore in grado di utilizzare l’attrezzatura e che possa caricare i materiali.

Le macchine da taglio digitali sono dotate di un sistema per rilevare i crocini di registro di stampa, un insieme di software in grado di gestire diversi formati di file e rendere più facili e veloci le attività quotidiane.

Software aggiuntivi che aiutano a generare imballaggi, espositori POP/POS o qualsiasi altra applicazione simile sono diventati uno standard del mercato.

Tutte queste caratteristiche spesso fanno apparire le macchine da taglio digitale molto interessanti e attraenti per tanti utenti finali, ma probabilmente le loro capacità sono ancora lontane dalle aspettative di automazione e velocità richieste dalle aziende di stampa che lavorano su alti volumi. Lo dimostra il crescente numero di produttori che partecipano alle fiere, sia direttamente che tramite rivenditori, con prodotti di ogni dimensione e prezzo – e, aggiungerei, qualità!

Processi automatizzati

È possibile unire la versatilità dei plotter da taglio all’automazione di una macchina da stampa dotata di alimentatore automatico dei materiali. Queste macchine offrono la flessibilità di gestire diversi tipi di materiali e spessori, ma allo stesso tempo consentono all’utente finale di caricare un lavoro sostanzialmente lungo e non pensarci più finché non è completamente finito. Certamente, all’occhio di un imprenditore, una macchina automatizzata permette di fare calcoli più precisi ed essere molto competitivi in termini di offerte globali.

Questa è senza dubbio una nuova opportunità di business per i produttori di macchinari

Le macchine più avanzate lavorano in entrambe le direzioni: in modalità automatica per grandi lotti e come una macchina da taglio digitale tradizionale per singoli mock-up o per prototipi.

Proprio come i plotter tradizionali, anche questa variante automatizzata ha le sue proprie caratteristiche. Tra le più importanti considererei sicuramente le dimensioni e gli spessori del materiale che può essere lavorato, oltre che la capacità dell’alimentatore, che determina l’autonomia del processo. Molto importante è anche la facilità di utilizzo, di pari passo con l’integrazione con software di grafica vettoriale come AI o CorelDraw, la compatibilità con packaging CAD, una precisa soluzione per la rilevazione di crocini di stampa, la capacità di caricamento di un file tramite QR code: tutte caratteristiche che rendono il processo ancora più automatico e indipendente dalle capacità dell’utente.

Si tratta senza dubbio di una nuova opportunità di business per i costruttori di macchinari, e un’ottima risorsa per tutte quelle aziende che fino ad ora avevano dubbi sull’acquisto di un plotter da taglio a causa dello scarso livello di automazione.

Vuoi passare al taglio digitale automatizzato?

Visita la pagina dedicata ed entra nel mondo di Omnia

Resta aggiornato

Lasciaci la tua mail, ti aggiorneremo non appena ci saranno eventi in calendario.

Voglio rimanere sempre aggiornato su promozioni, opportunità e novità sul mondo Valiani.
Procedendo all'invio del messaggio autorizzi al Trattamento dei dati personali

Pin It on Pinterest

Share This